ZELO, QUESTO SCONOSCIUTO – PAST CATHERINE

ZELO, QUESTO SCONOSCIUTO – PAST CATHERINE

Appunti del Gospel di Domenica 12 Gennaio 2020

Riguarda la predica qui: Domenica Gospel @ Reggio Calabria |ZELO, QUESTO SCONOSCIUTO

Quest’anno voglio dichiarare insieme a voi: “Pigrizia? No grazie!” Romani 12:11 dice proprio questo: “Quanto allo zelo, non siate pigri; siate ferventi nello spirito, servite il Signore;” Questo verso è molto potente, uno dei più importanti della Parola di Dio perché ci illustra com’è Lui. Zelo dal greco vuol dire “entusiasmo”, ovvero Dio dentro, e senza questa caratteristica non possiamo andare avanti perché ci spegneremo. Zelo significa anche “sollecitudine, diligenza, fare le cose con velocità”, e queste componenti devono essere all’interno delle persone che hanno deciso di abitare nel regno di Dio. Quando Gesù è arrivato ha trasformato tutta l’apatia che c’era in zelo: non c’era giorno in cui Lui non faceva meraviglie.

E’ difficile essere costantemente appassionati, voler crescere e combattere affinché il suo entusiasmo e quello che Lui ha lasciato ad ognuno di noi possa essere nostro: la Bibbia però dice che dobbiamo essere ferventi nello Spirito per non essere pigri. Proprio per questo motivo è necessario servirlo e stare con Lui.

Ecco lo zelo che Gesù ha avuto per noi: “La Pasqua dei Giudei era vicina e Gesù salì a Gerusalemme. Trovò nel tempio quelli che vendevano buoi, pecore, colombi, e i cambiavalute seduti. Fatta una sferza di cordicelle, scacciò tutti fuori dal tempio, pecore e buoi; sparpagliò il denaro dei cambiavalute, rovesciò le tavole, e a quelli che vendevano i colombi disse: «Portate via di qui queste cose; smettete di fare della casa del Padre mio una casa di mercato». E i suoi discepoli si ricordarono che sta scritto: «Lo zelo per la tua casa mi consuma».I Giudei allora presero a dirgli: «Quale segno miracoloso ci mostri per fare queste cose?» Gesù rispose loro: «Distruggete questo tempio, e in tre giorni lo farò risorgere!» – Giovanni 2:13-19”

Lo stesso Gesù descritto in questa storia abita dentro di noi, con lo Spirito Santo e il suo zelo, e quando Lui entra nella nostra vita comincia a togliere ogni cosa che ci fa male. Qual è quella forma di apatia che sta permettendo che la casa di Dio sia un mercato? Cosa ci sta inquinando? Quando noi abbiamo permesso a Gesù di entrare nella nostra vita la sua passione ha preso il peccato e l’ha tolto da noi. Lui ci ama talmente tanto che non può vedere il mercatino dentro di noi.

Sapete, il diavolo ultimamente ci sta distruggendo attraverso l’apatia, il non voler conoscere di più il nostro Dio, e questo è il contrario di quanto la Bibbia dice. Tutto passerà ma la Sua verità non passerà, e ciò ci porta a riflettere su come stiamo vivendo la nostra vita.

Se noi lo zelo non lo tramutiamo in qualcosa che brucia passerà, e la storia delle 10 vergini ce lo ricorda: solo 5 avevano portato dell’olio con se per seguire lo sposo e insieme andare dalla sposa per la cerimonia nuziale. L’olio fa bruciare e fa emanare luce: se non ci carburiamo con la presenza di Dio e ci incamminiamo per la via dopo è più difficile tornare indietro. Rischiamo che la nostra luce diventi debole nel giorno in cui Gesù tornerà o nel giorno avverso. Le persone avvedute si rendono conto della situazione in cui si trovano e non chiedono aiuto agli altri, ma vanno a prendere il loro carburante spirituale che Dio ha già preparato.

Se lo zelo di Dio entra in noi, ogni giorno vedremo una possibilità di stare con Dio, bruciare di passione per Lui, ringraziarlo e servirlo. Se è Gesù che ci chiede di togliere qualcosa dalla nostra vita che ci sta affaticando diamola a Lui, e ogni situazione cade come quei tavoli nel tempio. Abbiamo dentro di noi Colui che può spazzare ogni cosa, che ha zelo per la Sua casa ovvero noi, si è fatto mettere i chiodi nel suo corpo, ha sudato sangue e ci ha perdonato fino all’ultimo, come potrebbe non soccorrerci adesso? Questo deve essere un anno di connessione con lo Spirito Santo, con Colui che può ogni cosa avendo chiaro dove ci vuole portare perché Lui ci vuole fare volare alto, ma prima ci vuole liberare da ciò che ci sta appesantendo.

Andrea

*l’articolo è frutto di appunti liberamente presi da Andrea, del team writerS, al solo scopo di dare una idea di quanto detto durante il Gospel. In ogni caso questo testo non riporta letteralmente le parole dette dallo speaker e, quindi, non posso essere usate come citazioni dirette